LRU

LABORATORIO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA
Si tratta di un workshop di architettura rivolto ad alcune classi degli istituti Bramante-Genga e Mengaroni di Pesaro all’interno del progetto SPINGI
PESARO
, realizzato in collaborazione con l’associazione Miscela e Collettivo Spazio Bianco. Il tema delle due giornate di lavoro è stata la riqualificazione di alcune aree urbane in stato di abbandono o sotto utilizzate rispetto al loro reale potenziale. I ragazzi hanno preso parte ad una mattinata di introduzione teorica e una sessione pratica di ripensamento di alcune aree di Pesaro.

IL PROGRAMMA

La mancanza di atteggiamento critico è virale nella società di oggi, e ciò che dovrebbe cambiare o mutare è l’approccio interpretativo nei confronti delle cose e degli spazi. Le persone rimangono lo stimolo più forte per contrastare il degrado, esse sono fonte di idee, proposte, intuizioni, e la mancanza di questi
fattori conferisce sterilità a spazi urbani dimenticati. Questi luoghi silenziosi sono sovrastati dalle urla cittadine, riequilibrare i rapporti passando attraverso il coinvolgimento della società rappresenterebbe una mossa vincente per la consapevolezza critica eventualmente acquisita dai cittadini. Questo processo diventa fondamentale quando applicato su chi uno spazio lo vive, non è il vedere quanto l’osservare e l’immaginare uno spazio a renderlo vivo. Miscela cerca di innescare questo sguardo trasversale e lo fa attraverso il Laboratorio di Riqualificazione Urbana.

Durante due giornate di lavoro saranno fornite agli studenti del liceo artistico Mengaroni e dell’istituto tecnico Bramante Genga basi teoriche per poter ripensare alcuni spazi della città e la possibilità di metterle in pratica, lavorando su alcuni dei luoghi estratti dall’attività di mappatura del progetto SpingiPesaro. Seguirà poi la concretizzazione degli insegnamenti appresi, sotto il tutorato di studenti del dipartimento di architettura e di design di Ferrara, di professori universitari e degli architetti Gastone Primari e Achille Paianini.

RELATORI

Arch. Valentina Modugno
Architetto, Ph.D. Docente a contratto di Tecnologia dell’Architettura e membro del Centro Ricerche Architettura>Energia del Dipartimento di Architettura presso Università degli Studi di Ferrara, svolge attività libero professionale.

Arch. Guido Incerti
Architetto e giornalista. Ha insegnato presso l’università degli studi di Ferrara, lo IUAV – Istituto di Architettura Università di Venezia, la Washington State University e la KSU – Kent State University. E’ stato visiting tutor presso il Royal College of Art di Londra. E’ direttore di Opere, Rivista Toscana di Architettura ed è curatore della sezione Architettura della rivista Exibart.