Report #PianetaCulturale

Report #PianetaCulturale

Report #PianetaCulturale

Offerte artistiche, culturali, musicali e promozione del territorio.

Obiettivi del tavolo tematico

Capire come migliorare l’offerta culturale “canonica” per il target 16-20 con proposte mirate. Come far conoscere il patrimonio culturale e il territorio pesaresi e “Pesaro Città della Musica”.

Video della relazione finale di Giulia Marcheggiani (Istituto S.Marta-Branca)

“Ci sono una moltitudine di iniziative che noi giovani ignoriamo poichè i nostri interessi devono ancora prendere forma, quindi abbiamo pensato di portare l’arte al di fuori dei musei ed esporla in luoghi quali circoli e bar, in modo da coinvolgere e contaminare i ragazzi nei luoghi da loro piu frequentati”

“Sono soddisfatta di questi incontri, e vorrei che questa iniziativa trascinasse la gioventù a  partecipare agli eventi organizzati in Città”

Si ringrazia per i video Arcadia Communication

Report del moderatore Cristian Della Chiara che ringraziamo.

Il tavolo è stato molto partecipato: dopo un primo momento di ritrosia, i ragazzi, che preferivano ascoltare piuttosto che intervenire, si sono sciolti e la discussione che ne è scaturita è stata ricca di spunti ed interessante.

Come ho avuto modo di verificare nel corso della restituzione, un tema comune ai tavoli è stato quello dellinefficacia della comunicazione. I ragazzi evidenziano, anche se spesso danno parte della responsabilità a loro stessi, di non essere adeguatamente informati sulla ricchezza dell’offerta culturale presente sul territorio.

Se da una parte confessano una certa pigrizia che non gli consente di essere parte attiva nel cercare e cogliere le informazioni, allo stesso tempo evidenziano come spesso la promozione degli eventi non sia in linea con le proprie modalità di comunicazione. Dicono testualmente:

avete impiegato talmente tanto a raccontarci le cose su facebook, che quando ci siete arrivati eravamo già andati su Instagram

Evidenziando con un rilievo simpatico la lentezza da parte del mondo delle istituzioni culturali ad essere aggiornati sulle modalità e soprattutto sugli strumenti preferiti dai giovani e giovanissimi.

Sempre restando sul tema della comunicazione tutti evidenziano come la più efficace sia quella capace di coinvolgere e non solo di informare. A questo fine è stato sottolineato quanto gli incontri diretti, non mediati e biunivoci fra produttori di eventi e consumatori siano la strada più efficace per stimolare l’interesse, quindi la partecipazione.

Elemento essenziale e direi conseguente è la straordinaria forza che viene riconosciuta al passaparola. I giovani pare si fidino soprattutto dei propri amici e coetanei: tutti confessano che molti dei consumi di beni culturali sono stimolati da colleghi che hanno vissuto o intendono vivere la stessa esperienza e che quindi della stessa si fanno testimonial.

Altro soggetto chiave nella diffusione delle attività culturali è la scuola. Qui i giudizi si diversificano fra chi ritiene che la scuola sia il luogo principe della diffusione e promozione della proposta culturale del territorio e chi ritiene che dovrebbe esserlo ma ad oggi non riesce ad interpretare questo ruolo nella maniera più efficace ed adeguata.

In conclusione direi che le modalità di svolgimento dell’incontro hanno confermato perfettamente i temi che sono emersi durante lo stesso. Se all’inizio i giovani sono parsi poco coinvolti (molti hanno confessato che è stato difficile trovare volontari disposti a partecipare ai tavoli), poi tutti, sentitisi coinvolti, hanno portato il proprio contributo in termini di idee, proposte e riflessioni.

A fine giornata in diversi hanno chiesto informazioni anche su come poter collaborare con le varie iniziative attraverso gli strumenti che hanno a disposizione, primo fra tutti quello dell’alternanza scuola lavoro che, se a volte è vissuto come un’inutile e ingiusta forma di sfruttamento, spesso è percepito come una preziosa opportunità di conoscenza e di esperienza.

By |2018-11-23T17:04:47+00:00settembre 7th, 2018|#SpazioUnder20 Report 2018, 2018, Senza categoria|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment